Zhalt: l’innovativo sistema antizanzare a nebulizzazione portatile

Se ne parla sempre più spesso fra privati e aziende: c’è chi lo utilizza in casa per il proprio giardino e chi in spazi all’aperto della propria attività. E’ un prodotto versatile ed efficace, qualità sempre ricercate quando si desidera acquistare una soluzione antizanzare naturale, il che spiega anche la ragione del costo non proprio a buon mercato.
Stiamo parlando di Zhalt, un nebulizzatore automatico portatile da giardino con funzionamento a batteria che consente di eliminare questi fastidiosi insetti in maniera naturale ed efficace.

La forza di Zhalt è proprio questo straordinario connubio, possibile grazie alla nebulizzazione del principio attivo 100% naturale. Si tratta di una nuova formulazione a base di oli essenziali estratti da piante medicinali, la quale è stata appositamente studiata per il sistema in questione.

Zhalt Portable: elimina le zanzare prezzo spazi esterni

Grazie a Zhalt Portable è possibile godersi in santa pace qualsiasi ambiente all’aperto, che sia un giardino, un terrazzo o un’area dedicata al campeggio. L’innovativo sistema antizanzare a nebulizzazione portatile è in grado di coprire ben 150 mq per circa 6/8 ore effettuando un solo ciclo di tre minuti!

Zhalt sistema antizanzare a nebulizzazione portatileIl nebulizzatore è dotato di un serbatoio di otto litri che permette di godere di una protezione duratura pari a una ventina di cicli. Considerando un utilizzo quotidiano (max 2 cicli di tre minuti), non sarà dunque necessario ricaricarlo subito ma dopo ben 20 giorni.

 
Il ciclo si ripete comunque grazie alla funzione di programmazione semi-automatica; in alternativa, Zhalt può essere comodamente azionato a distanza attraverso il pratico telecomando incluso nella dotazione.
Che dire? Difendersi dalle zanzare non è mai stato così semplice!

Le funzionalità di questo sistema sono evidenti: non occorre ricaricarlo di continuo, può essere spostato con facilità e posizionato ovunque si desideri senza prolunghe o fili di intralcio grazie al funzionamento a batteria, la protezione è garantita nonché 100% naturale e i risultati sono immediati!

 
Attivando il programma “mantenimento”, Zhalt nebulizza i principi attivi naturali nell’aria per circa tre minuti, allontanando tutte le zanzare e diffondendo un profumo gradevole per gli essere umani, ma estremamente fastidioso per gli insetti.

Una soluzione per aziende e privati

E’ evidente che Zhalt sia un prodotto per la disinfestazione di zanzare molto diverso da quelli presenti sul mercato. Non è il classico insetticida a base di piretro o ingredienti simili, ma un vero e proprio sistema pensato per una protezione a lungo termine, costante e immediata.

Lampada antizanzare decorativa Halo Curve linea Insect-O-Cutor della PelsisLe attività ristorative sono le prime ad essere state conquistate da Zhalt in quanto le zanzare sanno infastidire notevolmente i clienti durante il pranzo o la cena, specialmente quando l’ambiente interessato è all’aperto. Ristoranti, bar, pub e locali con terrazze, giardino e spazi esterni hanno risolto il problema con una soluzione per nulla impegnativa e capace di soddisfare le loro esigenze professionali.

Per gli ambienti interni resta ancora valida l’opzione delle lampade cattura insetti; Zhalt è ideale per gli spazi esterni ma non può essere utilizzato se l’area da proteggere è al chiuso.
Gli insetti vengono attirati per poi rimanere incollati, mentre nel caso di Zhalt non ci sono attrattivi né colle: lo strumento funziona grazie alla nebulizzazione del principio attivo che infastidisce e allontana le zanzare.

 
Se sei interessato ad acquistare o desideri comunque farti un’idea in merito alle lampade antizanzare, visita il nostro eshop!

 


Disinfestazione zanzare: prevenzione eliminando le larve

Abbiamo già parlato delle soluzioni per effettuare una disinfestazione zanzare a casa o in azienda, ma non abbiamo affrontato la tematica relativa ai rimedi antizanzare per una corretta prevenzione. Un modo per evitare l’invasione di questi fastidiosi insetti volanti, infatti, consiste nell’eliminare le larve di zanzare.
A tal proposito occorre anticipare che esistono degli insetticidi appositi, detti larvicidi. Saranno loro i protagonisti del nostro nuovo intervento.

Prevenzione antilarvale

Insetticidi per insetti volanti come zanzare, mosche, moscerini, apiE’ risaputo che la lotta adulticida è più complessa rispetto a quella larvicida; le larve, infatti, non si oppongono agli insetticidi a differenza dei ceppi adulti resistenti che possono sfuggire alla disinfestazione.
La prevenzione ha dei margini di riuscita più elevati (oltre l’80%) e consiste in un controllo mirato; non avviene nel caso degli insetti adulti, ove risulta estremamente difficile individuare tutta la popolazione in un punto preciso. Le larve, invece, possono essere combattute con prodotti a bassissimo impatto ambientale attraverso un controllo selettivo.

Il primo passo richiede di individuare tutti i luoghi dove possono essere state depositate le uova, come i ristagni d’acqua. Sottovasi, tombini, pozzanghere, grondaie, ciotole, rifiuti umidi: occorre guardarsi intorno per verificare i punti esatti dove le zanzare nidificano.
E’ proprio l’acqua stagnante a consentire lo sviluppo in pupe: qui le larve possono nutrirsi e fare le mute necessarie prima dello sfarfallamento finale. Una simile condizione risulta indispensabile per le zanzare ed è alquanto diffusa, specialmente quando piove o si hanno dei vasi in casa (balcone, terrazzo, giardino) nei quali è possibile che siano presenti dei ristagni d’acqua.
Per cui se i vostri vicini di casa non sono intenzionati ad impegnarsi allo stesso modo per effettuare la disinfestazione, tutti gli sforzi potrebbero risultare vani. Qualora degli habitat ideali dovessero trovarsi nei pressi della vostra abitazione, non ci sarebbe modo di sfuggire a una possibile invasione dovuta a un mancato intervento.
Una volta ricercati i focolai larvali, potrete procedere con l’applicazione degli insetticidi per eliminarli definitivamente. Scopriamo insieme come agiscono i larvicidi e quali acquistare per prevenire ed evitare una futura disinfestazione di zanzare.

Insetticidi antilarvali

Per una buona riuscita della disinfestazione zanzare fai da te consigliamo l’impiego di insetticidi antilarvali specifici. Non saranno i più economici in commercio, ma almeno offrono delle garanzie in termini di risultati.

Vi consigliamo questi prodotti in quanto entrambi sono stati realizzati per fronteggiare una determinata esigenza; lo si evince dal formulato, a base di principi attivi ricorrenti negli insetticidi.
Potrete acquistarli online sul nostro shop qualora ne aveste urgentemente bisogno!

Insetticida in sospensione concentrata per il controllo delle larve di zanzare e mosche nei luoghi di riproduzione Device SC-15 della ColkimInsetticida per il controllo delle larve Device SC-15


Device SC-15
è un insetticida in sospensione concentrata per uso civile efficace contro le larve di zanzare e mosche nei luoghi di riproduzione prodotto da una delle marche più rinomate del settore: Colkim.

La sua efficacia è garantita dal formulato a base di Diflubenzuron:

  • – larvicida per ingestione
  • – ovicida per penetrazione attraverso il corion delle uova
  • – principio attivo inibitore della crescita di molti insetti

 

Il diflubenzuron inibisce l’enzima (chitina) che consente all’insetto di trasformarsi in adulto fornendo invece degli ormoni giovanili sintetici; la larva non è quindi in grado di portare a compimento la muta, si rigonfia di liquidi imbrunendosi e muore.

Prezzo: €4.50

 

Insetticida antizanzara in compresse Proxilar della IndiaInsetticida per zanzare in compresse Proxilar

Se non desiderate utilizzare un formulato concentrato potrete comunque effettuare la disinfestazione ricorrendo a delle compresse a rilascio immediato.

Proxilar è infatti un insetticida antilarvale per zanzare base di Pyriproxyfen costituito da compresse effervescenti che si sciolgono rapidamente in acqua, diffondendo subito il principio attivo antizanzare.

Efficace in tutte le acque stagnanti, Proxilar è la soluzione ideale per trattare ristagni, caditoie, bocche di lupo, tombini e altri focolai larvali. La sua azione compromette la trasformazione in forma adulta alterando l’acqua – e di conseguenza lo sviluppo delle larve – che fa da nido e cibo per gli insetti.

Il principio attivo è in grado di colpire anche i i ceppi di infestanti divenuti nel tempo resistenti agli insetticidi tradizionali.

Prezzo: €4.50

 

 


Pulizia ristorante: sanificare la cucina e gli altri ambienti

Linea cucinaPiatti gustosi, atmosfera accogliente, sedie comode: i pregi di un ristorante possono essere numerosi ma poco importano se l’igiene non è uno di questi. Un’attività ristorativa, infatti, deve assolutamente essere pulita a dovere e non solo per garantire la sicurezza alimentare; ovunque si abbia a che fare con gli alimenti è indispensabile sanificare l’ambiente, eliminando lo sporco, prevenendo qualsiasi contaminazione e rispettando al 100% i propri clienti.

Non basta uno chef stellato per avere successo: ambienti di lavoro poco puliti, mantenuti sporadicamente, sono un limite che possono procurare tossinfezioni ai propri clienti. Bisogna assolutamente provvedere alla formazione del proprio personale al fine di rispettare le norme igieniche HACCP, senza trascurare anche altri aspetti relativi all’igiene degli ambienti quali la disinfestazione e la derattizzazione (a roditori e blatte dev’essere vietato l’ingresso utilizzando opportune soluzioni).
Abbiamo già dedicato un articolo alla pulizia di fornelli, piastre, forni e cappe, ma in questo vogliamo estendere il discorso a tutta la cucina, in particolare riferendoci a quelle presenti all’interno di attività professionali.

Una buona pulizia della cucina di un ristorante prevede:
– ordine: ogni oggetto al suo posto
– zero batteri, zero sporco: più sterile sarà la cucina, minore sarà il rischio di contaminazione
– risciacquo: i detergenti contengono delle sostanze potenzialmente dannose per la salute umana, per cui è indispensabile eliminare qualsiasi traccia di composti chimici ed altri materiali pericolosi

(altro…)


Controllo roditori con esche per topi: come applicarle

Nel caso in cui foste intenzionati a derattizzare un ambiente utilizzando delle esche per topi, la prima scelta da effettuare è la tipologia di prodotto da acquistare. Questo passo richiede la conoscenza dell’infestante per essere certi di impiegare la soluzione giusta.
Esiste infatti una notevole differenza fra i roditori, dal topolino (mus musculus domesticus) al ratto dei tetti (rattus rattus) passando per il rattus norvegicus e via dicendo. Non cambiano solo le dimensioni, ma anche le abitudini e le alimentazioni, motivo per il quale è indispensabile conoscere il proprio nemico prima di tendergli una o più o trappole.
In merito all’esca per topi da acquistare, abbiamo già scritto in precedenza. In questo articolo parleremo invece dei metodi d’applicazione.

Come applicare un’esca per topi

Iniziamo con un alcune regole che valgono per tutte le esche per topi. In primis, queste soluzioni sono pericolose per bambini e animali, per cui effettuate la disinfestazione tenendo le esche fuori dalla portata di entrambi.
Individuate i posti migliori analizzando l’ambiente: la presenza di feci aiuta a trovare i punti più efficaci, tenendo in considerazione nascondigli e fonti di cibo dei roditori.
Pareti verticali e angoli nascosti sono l’ideale, compresi tubi e mobili (es. sotto una scrivania). E’ importante che non siano presenti fonti alimentari alternative che possano distrarre i roditori dall’esca utilizzata.
Inutile dire che una volta degradate o irrancidite, le esche vanno assolutamente sostituite e reintegrate fino a quando non cessa il consumo delle stesse.
Non dimenticate di controllare muri e soffitto, guardando sopra e sotto ogni superficie dato che i topi si muovono in tre dimensioni.

(altro…)


HoReCa e HACCP: sanificazione degli ambienti

Hai letto spesso il termine “Horeca” ma non hai idea idea di cosa significhi?
Questo acronimo non è altro che un termine commerciale particolarmente diffuso nel settore professionale a cui si riferisce, il quale coinvolge diverse tipologie di attività.
Ho.Re.Ca = Hotellerie – Restaurant – Café ossia alberghi, ristoranti e bar. Il “Ca” finale viene a volte interpretato come “Catering” e termini affini, ma il settore di riferimento resta comunque piuttosto evidente: imprese e industrie impegnate nel settore alberghiero e alimentare.

In particolare, chi si occupa di Horeca tratta la distribuzione di prodotti impiegati per servizi di catering o presso alberghi e attività ristorative, da non confondere con quelli in vendita presso i supermercati. A tal proposito occorre introdurre un altro termine importante: GDO.
Con GDO si intende la grande distribuzione organizzata, come le catene di supermercati più rilevanti, composte da molteplici punti vendita di grandi dimensione in possesso del medesimo proprietario (es. Auchan, Coop, Carrefour, Esselunga).
Al giorno d’oggi è possibile trovare un prodotto Horeca anche in un ipermercato, ma questa è un’altra storia!

HoReCa e HACCP sanificazione ambientiIl termine HoReCa non include solo chi distribuisce prodotti ma comprende al tempo stesso tutte quelle realtà che appartengono al mondo alberghiero, ristorativo e turistico, dunque anche ostelli, mense e campeggi oltre a bar, ristoranti, hotel e così via.
Negli ultimi anni il settore in questione ha registrato una crescita smisurata, la più alta in Europa, anche se in Italia i dati non sono sempre stati positivi, probabilmente perché molto strutture non sono ancora riuscite a modernizzarsi e stare al passo coi tempi (es. non tutti gli alberghi sono presenti online).

(altro…)


Come eliminare topi e insetti nascosti nel sottotetto

Ti è capitato di sentire dei rumori provenienti dal sottotetto o dalla soffitta di casa? Niente paura: il problema può essere risolto cominciando dall’ispezione dell’ambiente possibilmente infestato.
Proprio così: le cavità del tetto, così come i solai, costituiscono la dimora di diversi animali, non solo roditori ma anche insetti. Non è raro, quindi, trovare dei segni palesi del passaggio di ratti e topi nel sottotetto. Se non hai ancora controllato, dovrai cimentarti nell’impresa utilizzando trappole per topi e insetticidi o rivolgerti a un’azienda che si occupi della disinfestazione.

Eliminare topi e insetti nascosti nel sottotettoPer i più coraggiosi il primo passo è proprio quello di analizzare per bene l’ambiente alla ricerca di elementi che confermino la presenza di roditori (es. escrementi, cavi rosicchiati). Gli insetti sono più facili da scorgere, mentre i topi potrebbero essersi nascosti in qualsiasi angolo.
Ascoltare i rumori è altrettanto d’aiuto: i passi rapidi dei ratti si distinguono chiaramente dallo sbattere d’ali di un piccione.
Se la derattizzazione diviene indispensabile, l’unica certezza è che occorre intervenire al più presto per prevenire danni alla propria abitazione ed evitare la proliferazione di batteri e insetti portatori di malattie.

Anche gli insetti xilofagi potrebbero essere gli infestanti da eliminare: è il caso dei tarli del legno, amanti delle travi dei soffitti alti dove sono soliti giacere per nutrirsi. Questi coleotteri possono alimentarsi anche ingerendo escrementi, per cui se sono presenti pure dei topi nel vostro tetto, la minaccia sarà doppia.
Per eliminarli potrai ricorrere a soluzioni fumiganti o insetticidi appositi, i quali non risolveranno però il problema dei topi.
Se sei intenzionato ad effettuare una disinfestazione fai da te, continua a leggere per scoprire quali prodotti utilizzare.

Disinfestazione fai da te: quali prodotti utilizzare

Se il problema è minimo e non richiede alcun intervento professionale, potrai acquistare online tutto l’occorrente per effettuare una disinfestazione fai da te. A seconda degli infestanti, dovrai procurarti dei prodotti per la disinfestazione diversi. Vediamo insieme quali insetticidi utilizzare per i tarli del legno e gli insetti e cosa impiegare invece per eliminare topi e ratti.
Utilizza i link per visualizzare la scheda tecnica di ciascun prodotto; qualora fossi intenzionato ad acquistarne uno, ti basterà aggiungerlo al carrello.

(altro…)


Scopino del bagno: come pulirlo?

Pulizia Scopino del Bagno e wc

Un accessorio bagno presente ovunque in quanto indispensabile è lo scopino, un prodotto che viene realizzato con materiali di ogni genere e acquistabile a prezzi differenti presso supermercati, negozi di casalinghi o specializzati nella vendita di arredamento e complementi per il bagno.
Fra gli oggetti da pulire non è certamente il più gradevole, ma tocca a tutti occuparsene e la fretta gioca brutti scherzi. Non si può tralasciare, nonostante non sia divertente; la pulizia va effettuata per bene, a partire dalla disinfezione.

Il materiale è la prima cosa da tenere in considerazione, in quanto rende l’accessorio bagno più o meno resistente e facile da pulire. La plastica è il materiale più economico, ma anche quello che si rompe più facilmente; per questo motivo in tanti preferiscono acquistare uno scopino in acciaio (scelta moderna) o in ceramica (scelta elegante).
Alcuni prodotti possono comunque essere realizzati, per esempio, con manico della spazzola in acciaio e secchio in plastica; il nostro consiglio è di stare attenti a questi dettagli perché alcuni detergenti, essendo aggressivi, possono danneggiare la superficie trattata.

(altro…)


Soluzione antizanzare naturale: rimedi fai da te

Insetticidi per insetti volanti come zanzare, mosche, moscerini, apiNon tutti amano risolvere il problema di un’infestazione utilizzando dei prodotti chimici come gli insetticidi, ma non sempre i rimedi naturali sono in grado di fronteggiare un esercito di insetti. Nel caso delle zanzare, però, non mancano le soluzioni efficaci, ma dovrete munirvi di prodotti appositi per mettere in atto una o più contromisure capaci di garantirvi i risultati sperati.

In casa o pressi ambienti al chiuso, le zanzariere sapranno essere d’aiuto, limitando il passaggio degli insetti.
Oltre alle tipiche zanzariere, scopriamo insieme i rimedi antizanzare naturali più comuni.

Rimedi naturali contro le zanzare

Per affrontare la classica invasione estiva di zanzare potrete cominciare acquistando delle piante particolari, il cui odore agisce come repellente. Alcune potrebbero già essere in vostro possesso se siete amanti delle spezie o dei profumi intensi e gradevoli; fra le piante antizanzare più comuni, infatti, ritroviamo la menta, il timo, il rosmarino, la lavanda, la citronella, i comunissimi gerani oltre a melissa, basilico, eucalipto, calendula e piretro.
In cima alla lista, però, ritroviamo la catambra, particolarmente efficace per il proprio raggio d’azione maggiormente esteso rispetto alle altre piante.

(altro…)


Come eliminare i ragni

Persino nelle case più pulite può capitare di scorgere una ragnatela sul soffitto o in un angolino qualsiasi. Questa tipologia di artropodi è solita cercare un punto dove tessere la propria trappola per mosche, zanzare e altri insetti volanti e striscianti; preferisce gli ambienti esterni ma tende a rifugiarsi negli spazi al chiuso per cercare cibo o riparo.
L’aspetto positivo della presenza dei ragni in casa, infatti, è quello relativo alla cattura di insetti altrettanto fastidiosi, ma a primo impatto non risulta particolarmente gradevole alla vista trovarne alcuni gironzolare liberamente. Lo stesso vale per le ragnatele, uno di quei dettagli che, come la polvere, fanno subito pensare a una casa poco pulita e trascurata.

In verità ai ragni basta poco per posizionarsi in un angolo del soffitto o nei pressi di una finestra e tessere la propria ragnatela, per cui l’igiene di una casa non va certamente giudicata in base a questo. Per ovviare al problema, servono pochi secondi e una passata rapida con il proprio aspirapolvere. In alternativa, una soluzione altrettanto valida è costituita dai panni antistatici.
Qualora doveste eliminare delle ragnatele site in un punto difficile da raggiungere, potrete avvolgere un panno qualsiasi a un bastone, che sia quello di una scopa o un comunissimo appendiabiti: in questo modo l’altezza non sarà un problema. Se in casa avete uno scovolo, vi verrà ancora più facile.
L’ideale è occuparsi di una simile pulizia durante le ore diurne, dato che una scarsa visibilità non aiuta certamente la vista ad individuare con facilità i fili delle ragnatele, i quali sono talmente sottili da passare inosservati senza il riflesso della luce.

(altro…)


Acido Tamponato: alleato nella pulizia dei pavimenti

Certi pavimenti richiedono una manutenzione particolare per evitare che l’usura si faccia notare. Nel caso di gres, cotto, marmo, pietra, granito e piastrelle in ceramica occorre disporre di detergenti specifici pensati appositamente per eliminare segni e macchie da superfici delicate. Questa tipologia di prodotti è solita contenere una percentuale di acido tamponato, a sua volta composto da acido solfammico e tensioattivi emulsionanti.
Nel settore edile è comunissimo in quanto viene utilizzato per eliminare residui rimanenti in seguito a dei lavori (posa, stuccature) o per ripristinare un’intera pavimentazione.

La sua versatilità non deve far dimenticare che l’acido tamponato non può essere applicato ovunque. E’ il caso di marmi lucidati e rivestimenti in ardesia; in generale è comunque sempre consigliato fare una prova sulle superfici sensibili agli acidi (es. alluminio, pietre calcaree, marmo, superfici smaltate o verniciate, metalli teneri) per assicurarsi di aver scelto il detergente giusto.
Fra gli ambienti maggiormente trattati con detergenti a base di acido tamponato ritroviamo anche i bagni, ove occorre prestare attenzione ad elementi in metallo e acciaio perché potrebbero danneggiarsi durante la pulizia (basta coprirli).

Sulle superfici in cotto l’acido tamponato è uno dei prodotti principali, non solo per la rimozione dei residui cementizi ma anche per aprire i pori prima di effettuare il trattamento del pavimento.
Anche nel caso del gres porcellanato occorre effettuare un lavaggio con acido tamponato dopo la posa, al fine di pulire fughe e pavimento. Acqua, acido tamponato puro o diluito, tamponi abrasivi o macchine monospazzola e si potrà procedere con la pulizia.

In casa l’acido tamponato si rivela utile anche per la pulizia delle piastrelle generalmente presenti nei balconi: in quanto si tratta di un’area della casa che tende a sporcarsi a causa della ruggine o di altri segni (es. vasi da fiori). Un normale detergente per pavimenti non è in grado di ripristinare la pavimentazione ma un prodotto leggermente più aggressivo offre risultati ottimali. Se avete questa esigenza, l’acido tamponato vi sarà certamente d’aiuto.

(altro…)