Come catturare topi e ratti: derattizzazione fai da te

Come catturare topi e ratti: derattizzazione fai da teAbbiamo deciso di dedicare un intervento alla derattizzazione fai da te: molte persone preferiscono occuparsi da sé degli infestanti, non ritenendo opportuno rivolgersi a un professionista quando si tratta, ad esempio, di un solo topo dentro casa. In tal caso, è possibile difendersi utilizzando i mezzi più classici, persino sfoderando la scopa se necessario.

 

Se la vostra casa è sempre perfettamente pulita, non fatevene una colpa: topi e ratti sono ormai diventati capaci di adattarsi agli ambienti urbani che extraurbani. Trovano riparo all’interno delle abitazioni, privilegiando solai, soffitte, cantine, garage, sottotetto e qualunque altro spazio che sia caldo ed umido. In questi ambienti vivono e si riproducono molto velocemente, nutrendosi dei residui di cibo che trovano in giro, negli angoli della casa più nascosti o vicino ad alcune aree particolarmente a rischio come i bidoni della spazzatura o le cucce e le ciotole di animali domestici.

 

Purtroppo questi piccoli animali non recano solo fastidio e sporcizia, ma sono anche portatori di malattie molto pericolose per l’essere umano, specialmente per i bambini. Questi agenti patogeni si trasmettono entrando a contatto con escrementi ed urina che topi e roditori depositano in giro producendo migliaia di palline di feci infette. Anche i parassiti presenti sul loro corpo, come pulci e zecche, possono diffondere virus potenti, persino molto pericolosi per l’uomo e per cani e gatti, se presenti.
Come se non bastasse, topi e ratti mordicchiano fili elettrici, scatole di cartone, pacchi in plastica e sono in grado di rovinare intere derrate alimentari presenti in una dispensa.

 

Quando si comincia a sospettare della loro presenza negli ambienti domestici, è consigliato correre ai ripari il prima possibile prendendo precauzioni ed intervenendo con sistemi sicuri e testati per un’efficace derattizzazione.
Grazie all’esistenza di prodotti specifici per la disinfestazione fai da te, non è più necessario ricorrere all’intervento di ditte specializzate (se il problema è realmente minimo, è chiaro). La scelta e l’utilizzo di determinate sostanze o strumenti dipenderà dal grado di infestazione e dalle condizioni ambientali.
Andiamo a vedere in pochi semplici passaggi come catturare topi e ratti con una derattizzazione fai da te.

1. Individuare le tracce, chiudere i passaggi e sanificare l’ambiente

Per prima cosa, bisogna individuare i segni della presenza di topi e ratti, osservando le eventuali rosicchiature sui contenitori, la presenza di brandelli di carta o stoffa in qualche angolo dell’abitazione e se ci sono tracce di grasso lungo le pareti. Scovare le tane non è difficile ispezionando bene tutti gli angoli della casa, compreso il guardaroba (dove potrebbero ripararsi per la nidificazione), gli angoli bui e nascosti dietro le attrezzature da cucina o dentro pensili e vetrinette dove si ripone il cibo.

 

Chiudere eventuali passaggi/entrate e possibili punti di accesso, come fori nelle pareti o buchi che dall’esterno permettono ai ratti di fare il loro ingresso in casa: potrete utilizzare sottili reti metalliche (es. le retine che si usano cucina), sigillando con silicone o colle specifiche. Inoltre è bene prendere la precauzione di chiudere sempre ermeticamente i contenitori in cui è riposto il cibo e tenere sgombre e pulite le zone in cui possano essere presenti residui alimentari.

 

In questa prima fase è fondamentale sanificare gli ambienti utilizzando specifici prodotti igienizzanti ed appositi guanti per evitare il contatto diretto con escrementi ed urina. Si consiglia di pulire a fondo ogni zona della casa con detergenti disinfettanti al cloro, in formato liquido, in compresse o spray, a seconda delle necessità di utilizzo.
Per essere certi di disinfettare efficacemente e in maniera definitiva luoghi potenzialmente infetti si suggerisce anche l’uso della candeggina ad alte temperature.

2. Catturare topi e ratti

Una volta individuata la presenza certa di topi e ratti, messa al riparo l’abitazione da ulteriori ingressi e disinfettato gli ambienti in modo efficace, sarà necessario prendere seri provvedimenti contro questi animali, provvedendo a catturarli una volta per tutte.

 

Esistono in commercio numerose tipologie di strumenti specifici per la derattizzazione fai da te, la cui scelta dipenderà dalla grandezza degli ambienti e dalla dimensione del problema. La disinfestazione prevede l’uso di trappole tradizionali a scatto, che possono essere posizionate anche in punti di difficile accesso, così come esche topicide, trappole elettroniche e cartoncini collanti ad azione anticoagulante che risultano molto efficaci anche per combattere la presenza di scarafaggi ed altri insetti pericolosi per la salute dell’uomo.

 

Ecco un esempio di stazione di avvelenamento (ossia la trappola) e di esca in pasta fresca per uso domestico e civile. Nel nostro shop online trovi comunque anche altri prodotti con formulati di ogni genere e in formati differenti, a seconda dell’entità della minaccia.

 

 

Scoprite con un click come applicare un’esca per topi e quali esche topicide acquistare.

3. Tenere a distanza i roditori

Quando topi e ratti saranno stati catturati, conviene occuparsi nuovamente della sanificazione degli ambienti con specifici prodotti detergenti igienizzanti ed indossando sempre guanti protettivi. La cattura degli animali nocivi già presenti, però, non fornisce una definitiva garanzia che non possano ritornare. Quindi è consigliato mantenere quotidianamente l’igiene di ogni ambiente ed utilizzare ulteriori strumenti di prevenzione quali gli scacciatopi elettronici ad ultrasuoni.

 

Questi particolari prodotti possono essere posizionati in diverse zone della casa, specialmente in aree interne. Emettendo onde sonore a frequenze molto elevate, che risultano fastidiose per topi e ratti ma che sono impercettibili per gli altri animali domestici e l’orecchio umano, questi scacciatopi assicurano protezione dai ratti, sono ecologici e molto funzionali.

 

Prevenire il rischio di una nuova infestazione è fondamentale se non si vuole ritornare ad avere topi e ratti in casa, soprattutto nel periodo autunnale quando questi animali vanno in cerca di un riparo per l’inverno.
Le suddette trappole hanno la funzione di tenere distanti i topi creando un ambiente sonoro capace di allontanarli in quanto fastidioso per le loro orecchie. Il raggio d’azione è molto ampio arrivando a coprire fino a 90 metri cubi.

 

Un’altra soluzione efficace e persistente è la pasta dissuadente per i roditori, come Mousestop. Potrai utilizzarla per creare una barriera impenetrabile: funziona già dal primo morso, pur non costituendo un prodotto tossico.

 

  • Pasta sigillante dissuadente per roditori Mousestop della Colkim
    Sigillante dissuasore per roditori Mousestop (due pezzi) 32.80 iva esc. Più infoAcquista
  • Scacciatopi elettronico ad ultrasuoni Pest Repeller Pelsis Pest-Stop PSIR-SHE
    Scacciatopi elettronico ad ultrasuoni Pest Repeller Da: 10.00 iva esc. Più infoScegli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *