Come lucidare mobili e superfici puliti ma privi di brillantezza

Ogni casa necessità delle proprie cure, ma può succedere di passare molto tempo pulendo, spolverando ed igienizzando i mobili presenti nel nostro appartamento con risultati che durano o funzionano poco. Infatti, nonostante le pulizie quotidiane accurate e meticolose, col passare del tempo certe superfici perdono l’originaria lucentezza. L’inesorabile mano del tempo è l’elemento principale che compromette le caratteristiche di tanti mobili, contraddistinti da opacità e una triste patina di invecchiamento.
Alzi la mano chi non ha mai tentato di porre rimedio a questo inconveniente con i classici rimedi della nonna!

Come lucidare mobili e superfici

Senza nulla togliere ai metodi tradizionali, ma gli elementi naturali non hanno la medesima efficacia di quelli reperibili in commercio; pur contenendo gli stessi principi attivi dei rimedi di una volta, offrono potenzialità maggiori, richiedendo meno tempo e costi accettabili.
Basti pensare alle superfici dei mobili in legno, le quali tendono ad invecchiare formando quella sgradevole patina che li rende opachi e spiacevoli alla vista. Per lucidare, le nostre care nonnine utilizzavano la cera d’api, oggi meglio definita come “encausto di cera“, che veniva passata e ripassata con caldi panni di lana sulle mensole dei comodini, sulla superficie dei comò e sulle piattaie della cucina. Indubbiamente, questo certosino e meticoloso lavoro produceva i suoi frutti e le superfici riacquistavano in parte la loro bellezza originaria.

L’arte del lucidare: come comportarsi quando mobili e superfici perdono la propria lucentezza?

Attualmente il mercato consta di un gran numero di detergenti per la casa per lucidare che ricalcano quelli d’un tempo, anche se contengono una maggiore quantità di principi attivi che ne incrementano l’efficacia. Molti detergenti professionali, per esempio, sono del tutto naturali, come l’olio di lino crudo, ma sono stati studiati e progettati per agire più in fretta e con la massima capacità di assorbimento per non lasciare antiestetici aloni sulle superfici legnose.
Alla medesima maniera, si possono utilizzare prodotti appositi per lucidare le superfici laccate. Alcuni sono presenti anche sul nostro e-commerce e potrete impiegarli per sanificare, eliminare macchie e aloni, ma soprattutto per rendere le superfici inattaccabili dalla polvere.

 

Si tratta di detergenti innovativi e di ultima concezione, in grado di offrire proprietà antistatiche affinché il mobile possa essere spolverato con meno frequenza, perché reso inattaccabile dal pulviscolo atmosferico. A giovare di un simile livello di professionalità sono in primis le aziende, così come tutte quelle che lavorano e non hanno tutto il tempo che vorrebbero da dedicare alla cura dei loro mobili.

Tanti prodotti che vengono incontro a qualsiasi esigenza

Oggi, l’avvento di internet ha reso meno difficoltose molte operazioni, che una volta implicavano l’impiego di tempo per mettersi alla ricerca di un prodotto adatto alle esigenze degli utenti. Sull’e-commerce di Igiene al tuo Servizio non dovrete faticare in alcun modo: disponiamo anche di una serie di detergenti per rendere lucidi mobili e superfici che hanno perso la propria brillantezza.
Volendo, sul mobile può essere effettuato una sorta di restyling o delle semplici operazioni di ritocco prima di passare il prodotto specifico.
Le azioni da compiere sono davvero poco difficoltose e gli articoli sono corredati da minuziosi informazioni su come usarli, prima di procedere ad una corretta lucidatura con oli appositi o cere.
I mobili in legno massello, quelli di fattura etnica o quelli in stile rupestre, torneranno come nuovi dopo averli trattati con i detergenti giusti.

 

Basti pensare che ogni prodotto è stato realizzato con il preciso scopo di nutrire le superfici per renderle brillanti senza danneggiarle, infatti i detergenti sono delicati e rispettano le caratteristiche dell’essenza su cui dovranno agire.
Una lucidatura perfetta per esempio, può essere effettuata anche grazie a prodotti all’avanguardia come le matite o gli stick dello stesso colore della superficie da trattare. E’ un metodo semplice grazie al quale si potranno correggere le imperfezioni di quelle piccole zone di mobile danneggiate da un urto o graffiate involontariamente dopo aver posizionato un oggetto.

Detergenti lucidanti, antipolvere, antistatici, brillantanti: puliscono e lucidano con delicatezza

La delicatezza e la scarsa aggressività di un detergente sono gli elementi basilari affinché le superfici possano essere pulite senza essere aggredite.
I prodotti in questione constano di sostanze nutritive che esaltano la bellezza delle superfici e rimuovono la sporcizia giornaliera, consentendo comunque di lucidare a dovere.

 

Alcuni detergenti dalla consistenza gelatinosa sono idonei a sciogliere quelle macchie di antica memoria che si sono formate sulle superfici dopo la caduta accidentale di liquidi, come per esempio i solventi.

In breve, una spiegazione di ciascun prodotto lucidante:

  • Detergente spray aerosol antipolvere e antistatico per la spolveratura delle superfici Kliner Pulitore Mobili della Copyr:
    ideale per la rimozione di impronte di dita e aloni da superfici in formica, legno e laminati in plastica.
  • Cera Emulsione Autolucidante per il ripristino del parquet verniciato P2003 PARQUET della Hoover Professional:
    pensata per il ripristino del parquet verniciato, rinnova il lucido, tonifica il colore del legno e rigenera la protezione superficiale con estrema efficienza.
  • Cera metallizzata a lunga durata P2002 della Hoover Professional:
    dona brillantezza e lucidabilità a superfici porose sintetiche (PVC, linoleum, gomma) e in pietre naturali non piombate (marmo, granito, graniglia), così come su legno, cotto, cemento presigillati dove potrà fungere da finitura superficiale.
  • Detergente per pavimenti neutro brillantante D12C della Hoover Professional:
    è in grado di pulire e sgrassare ogni superficie senza opacizzarla o danneggiarla e non richiede alcun risciacquo dopo l’applicazione.

 

Per quanto apprezzati, i vecchi rimedi della nonna come l’aceto bianco caldo, tendono a scurire le superfici e ad attirare polvere e lanuggine, mentre i moderni prodotti in pasta chiara o scura sono idonei a lucidare e conferire brillantezza alle superfici e ad eliminare quegli antiestetici aloni che rendono sgradevoli non solo i mobili ma anche superfici calpestabili come le pavimentazioni in gres porcellanato o marmo, delicatissime e bisognose di cure particolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *