Come pulire i tappeti e quali detergenti professionali utilizzare

I tappeti si trovano sempre a contatto con il pavimento e proprio per questo si sporcano con molta facilità, accumulando grandi quantità di polvere. Richiedono una pulizia costante, è vero, ma per l’arredamento di un ambiente risultano spesso indispensabili: donano un tocco di colore o ne smorzano un altro, completando lo stile di una stanza. Per non parlare dei vantaggi in termini di pulizia, specialmente nei pressi di cucine, dinanzi agli ingressi e all’interno dei bagni.

 

Tappeto assorbi-acqua da esterno Water Horse dalla Kleen-Tex

Esistono tappeti di diversi materiali, proprio per questo non tutti richiedono gli stessi metodi di pulizia: tale variazione deriva dallo scopo di soddisfare un’esigenza specifica, legata a un determinato ambiente. Basti pensare, ad esempio, ai tappeti assorbi-acqua, utilizzati soprattutto in ambiti professionali presso attività commerciali dove il traffico è piuttosto elevato: i materiali impiegati sono stati scelti per garantire la massima assorbenza, riuscendo così a trattenere lo sporco sito sulle suole delle scarpe.

 

Proprio perché la nostra azienda si occupa anche di erogare un servizio di fornitura e pulizia di tappeti, possiamo garantirvi che un metodo sbagliato può rovinare irrimediabilmente un bel tappeto, per cui vediamo come comportarsi per evitare una circostanza così spiacevole. Ovviamente parleremo di una pulizia casalinga, la quale consente di utilizzare strumenti limitati (non paragonabili ai macchinari utilizzati da chi eroga un servizio di pulizia).
Non preoccupatevi: potrete comunque ottenere ottimi risultati con soluzioni tradizionali affiancate da un buon detergente professionale.

Come pulire i tappeti: ogni tessuto ha il suo metodo

Il primo passo per mantenere la bellezza di un tappeto consiste nel rimuovere la polvere e lo sporco quotidianamente utilizzando l’aspirapolvere e il battitappeto, specialmente in presenza di animali domestici. In alternativa è possibile pulire con una scopa di saggina.

 

E’ importante sbattere i tappeti con il battipanni: nonostante sia stancante, quest’operazione è molto efficace e va fatta preferibilmente all’esterno, disponendo i tappeti sui balconi o sulle ringhiere.
Il battipanni va utilizzato sia dal dritto che dal rovescio in maniera energica per far sì che la maggior parte della polvere venga via. Per mantenere la pulizia dei tappeti è consigliato batterli spesso: aiuta ad evitare anche fastidiose allergie alla polvere.

 

Come pulire i tappeti

Per pulire un tappeto di juta, è necessario spazzolare energicamente le macchie. In caso di sporco ostinato, è possibile tamponare le macchie con acqua e ammoniaca o detersivo per capi delicati.
Per i tappeti più resistenti come gli zerbini è sufficiente utilizzare acqua e detergenti sgrassanti.
Nel caso in cui non si sia certi della resistenza del tappeto, è importante provare il prodotto che si vuole utilizzare in una parte non visibile: spruzzando un po’ di detergente, vi renderete subito conto se possa o meno danneggiare il tessuto o il colore.
In caso di tappeti pregiati di un certo valore è consigliabile rivolgersi ad un centro specializzato per evitare qualsiasi danno irreparabile.

 

I tappeti più semplici da pulire sono quelli in cotone o gomma che generalmente vengono disposti nel bagno, dato che possono essere lavati comodamente in lavatrice e fatti asciugare al sole. La difficoltà è limitata anche nel caso dei tappeti in plastica, dove basterà utilizzare dell’acqua e dei prodotti sgrassanti, strofinando poi con una spazzola per rimuovere lo sporco.

 

I tappeti più complicati da pulire sono invece quelli persiani: devono essere battuti spesso e poi spazzolati con energia per togliere le macchie più ostinate. Successivamente la pulizia da effettuare richiede l’uso di ammoniaca diluita in acqua o di detergenti appositi. Il tappeto non va inumidito eccessivamente per evitare che perda colore o si deformi rovinandosi irrimediabilmente. In questo caso, le macchie potranno essere essere rimosse con acqua e aceto o alcool, strofinando nella direzione del pelo in prossimità della macchia.
Per ravvivare i colori è consigliabile sfregare delle foglie da tè sul tappeto.

 

Una volta ultimate le operazioni di pulizia, lasciate asciugare il tappeto all’aria evitando di esporlo al sole (i colori tenderebbero a sbiadire) e che ci siano pieghe mentre è steso. Un piccolo trucchetto per accelerare i tempi consiste nel tamponare con dei panni di cotone, una soluzione per fare in modo che il tappeto si asciughi più in fretta.
Dovrete attendere necessariamente, in quanto utilizzare il tappeto in condizioni umide o bagnate potrebbe comportare una deformazione dello stesso. Qualora voleste riporlo, sarà sufficiente arrotolarlo con il lato a rovescio dalla parte esterna lontano dalla luce, applicando prima un prodotto antitarme.

 

Pulire tappeto sporco

Detergenti professionali per la pulizia di tappeti

Vorresti utilizzare dei detergenti professionali per pulire il tappeto? Ecco alcuni prodotti efficaci:

 

Detergente aerosol in schiuma per la pulizia di tappeti e superfici tessili Kliner Mousse Tappeti della Copyr: basta nebulizzarlo per rimuovere qualsiasi macchia con facilità e rapidamente.

 

– Smacchiatore in schiuma attiva concentrata per moquettes e tappeti in bombola aerosol M205 della Hoover Professional: un detergente che scioglie e distacca lo sporco, trascinandolo in sospensione.

 

– Solvente per chewing-gum e collanti M204 della Hoover Professional: soluzione efficiente contro le gomme da masticare e i residui di colla, come gli adesivi.

  • Detergente aerosol in schiuma tappeti e superfici tessili
    Valutato 5.00 su 5
    4.20 2.90 iva esc. Più infoAcquista
  • Smacchiatore in schiuma attiva concentrata moquettes tappeti M205 Hoover Professional
    Smacchiatore spray in schiuma per tessuti, moquette e tappeti M205 7.20 iva esc. Più infoAcquista
  • Solvente per chewing-gum e collanti M204 Hoover Professional
    Solvente chewing-gum e collanti M204 Hoover Professional Da: 9.40 iva esc. Più infoScegli

Addio insetti e acari grazie agli insettici professionali

Infestazione di insetti? Cerchi dei prodotti contro gli acari?

Vi proponiamo un’altra soluzione per risolvere il problema definitivamente e attuare una disinfestazione fai da te. L’ insetticida liquido Cymina Plus della Colkim è uno dei prodotti più utilizzati e ne basta poco grazie al formulato concentrato. Potrete utilizzarlo per la disinfestazione di ambienti esterni, applicandolo su tappeti erbosi. In alternativa, c’è l’insetticida acaricida Sting RTU, un prodotto a base acquosa pronto all’uso efficace contro numerosi insetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *