Lavi a mano o utilizzi la lavatrice? Qualsiasi prodotto per lavanderia preferisca, su Igiene al tuo Servizio trovi comunque il detergente professionale migliore per la pulizia del tuo bucato, indipendentemente dal mezzo impiegato. La nostra gamma pensa a ogni genere di esigenza, che sia di un’industria, un’azienda o un privato. Sono infatti disponibili diversi formati: dai piccoli flaconi alle taniche, passando per i cartoni con spedizione gratuita. Ottieni risultati straordinari su qualsiasi tessuto grazie a detersivi professionali versatili adatti anche ai settori industriali, igienizza e smacchia biancheria e lenzuola, riduci i consumi utilizzando detergenti concentrati: noterai la differenza già dal primo lavaggio! Massima morbidezza e profumazione intensa sono garantite da tutta la nostra gamma di detergenti lavanderia, linea costituita da ammorbidenti, candeggianti e detersivi. In prima linea trovi i migliori prodotti a marchio Hoover Professional, una garanzia per il settore alberghiero o attività come cliniche e case di riposo. Rivoluziona il modo di lavare il bucato ricorrendo a detergenti professionali: scopri come alleggerire le fatiche e ottimizzare i risultati utilizzando soluzioni efficaci e funzionali. Puoi ricevere ciò che desideri ordinare dove vuoi: basta un click!

Visualizzazione di 1-27 di 47 risultati

Filtri

Additivo ecologico anticalcare lavatrice Verdepiù

92.20 iva esc.
Additivo biologico in crema granulosa con azione anticalcare per lavatrici. Disponibile in formato cartone da 9 pezzi da 1 kg ciascuno, con spedizione gratuita!

Additivo lavatrice ecologico sbiancante Verdepiù

92.20 iva esc.
Additivo liquido biologico con azione sbiancante adatto a qualunque tipologia di tessuti. Disponibile in formato cartone da 9 pezzi, ciascuno da 1 kg, con spedizione gratuita!

Additivo lavatrice smacchiatore pretrattante bio Verdepiù

92.20 iva esc.
Additivo pretrattante per lavatrice con azione smacchiante per capi bianchi, neri e colorati. Funziona anche a freddo ed è efficace anche sullo sporco più ostinato. Disponibile in formato cartone da 9 pezzi, ogununo da 1 kg e con spedizione gratuita!

Ammorbidente Bio igienizzante extra concentrato AN8C Plus

19.5057.00 iva esc.
Ammorbidente Bio Hoover, per lavaggi a mano e in lavatrice. Detergente igienizzante extra concentrato per uso professionale e industriale. Confezione da 5 o da 20 lt.

Ammorbidente concentrato liquido bio Verdepiù

72.0096.80 iva esc.
Ammorbidente concentrato liquido efficace anche a freddo. Facilita la stiratura e profumo a lungo. Disponibile in cartone da 10 pezzi da 1 kg ciascuno o in cartone da 8 pezzi da 2 kg ciascuno. Spedizione gratuita!

Ammorbidente concentrato profumante Le Jardin de Julie

4.0540.50 iva esc.
Ammorbidente concentrato profumante a base di argan e aloe vera, adatto per lavaggi in lavatrice e bucato a mano. Disponibile in flaconi da 1 litro e in cartone da 10 pezzi (10 x 1 litro).

Ammorbidente disinfettante antisettico Pharmasteril Soft

24.0084.00 iva esc.
Ammorbidente concentrato con azione disinfettante e igienizzante, da utilizzare in lavatrice. Disponibile in tanica singola da 5 litri o in formato cartone da 4 pezzi (4 x 5 = 20 litri totali) con spedizione gratuita.

Ammorbidente igienizzante BIO AN9 Supertex

90.08 58.00 iva esc.
Ammorbidente cremoso a base di sali quaternari di ammonio per lavatrici industriali o lavaggio a mano della Hoover Professional. Disponibile in taniche da 20 litri.

Ammorbidente Neutralizzante Rigenerante AN6

45.00 iva esc.
Ammorbidente neutralizzante rigenerante studiato per la finitura della biancheria nel lavaggio dei tessuti industriali e semi industriali in taniche da 20 kg.

Ammorbidente Profumato AN Micro Flowertex (x4)

71.90 iva esc.
Ammorbidente concentrato liquido incapsulato adatto sia per lavatrici industriali, che domestiche in confezione da 3 lt. Cartone da 4 pezzi con spedizione gratuita!

Ammorbidente Profumato Microincapsulato AN Micro Hoover Professional

60.00112.00 iva esc.

Ammorbidente profumato liquido concentrato per il lavaggio di biancheria all'interno di lavanderie professionali. Disponibile in confezioni da 4 taniche da 5 kg ciascuna o a cartone da 6 flaconi da 1 litro con tappo giusta dose. Spedizione gratuita!

Candeggiante cloroattivo per lavatrici industriali BC5

40.00 35.00 iva esc.

Candeggiante cloroattivo Hoover Professional con alto potere smacchiante. Candeggina ideale per igienizzare lenzuola e biancheria. Disponibile in taniche in plastica da 20 litri.

Candeggina liquida per lavabiancheria industriali BO4

40.00 iva esc.
Candeggina liquida sanitizzante Hoover Professional con grande potere smacchiante. Ideale per la pulizia di lenzuola e biancheria grazie alla presenza dell'ossigeno attivo. Disponibile in taniche di plastica da 20 litri.

Crema detergente lucidante pelle ed ecopelle bio Verdepiù

131.40 iva esc.
Crema ecologica detergente per pulire e lucidare superfici in pelle ed ecopelle. Disponibile in formato cartone da 13 pezzi da 250 gr ciascuno con spedizione gratuita!

Deodorante profumato tessuti bio Verdepiù

121.60 iva esc.
Essenza all'acqua con azione deodorante e profumante per tessuti. Ecologica, sicura e altamente efficace. Disponibile in formato cartone da 12 flaconi spray, ciascuno da 750 ml, con spedizione gratuita!

Detergente alcalino AL2 Hoover Professional

55.00 50.00 iva esc.

Detergente alcalino Hoover per uso professionale efficace contro l'unto e adatto per lavabiancheria industriali. Disponibile in tanica da 20 litri.

Detergente alcalino bio per lavabiancheria industriali BL5

115.00 iva esc.
Detergente liquido concentrato bio per il lavaggio industriale dei tessuti con macchine lavabiancheria o con dosaggio manuale. Disponibile in tanica da 20 litri.

Detergente ecologico lucidante pavimenti in resina Verdepiù

148.00 iva esc.
Detergente liquido ecologico per la pulizia quotidiana di pavimenti e superfici in resina, PVC, linoleum e gomma. Effetto lucidante. Disponibile in formato cartone da 12 pezzi, ciascuno da 1 kg, con spedizione gratuita!

Detergente ecologico lucidante pavimenti teak e laminato Verdepiù

121.60 iva esc.
Detergente liquido ecologico per la pulizia di superfici e pavimenti in teak e laminato. Effetto lucidante. Disponibile in formato cartone da 12 pezzi da 1 kg ciascuno con spedizione gratuita!

Detergente ecologico spray elimina odori lavatrici e asciugatrici Verdepiù

121.60 iva esc.
Detergente ecologico spray con azione elimina odori dai cestelli di macchine lavatrici e asciugatrici. Disponibile in cartone da 12 flaconi da 750 ml ciascuno, con spedizione gratuita!

Detergente ecologico spray elimina odori scarpe, borsoni e tessuti sportivi Verdepiù

121.60 iva esc.
Spray detergente ecologico con azione elimina odori su scarpe, borse, zaini e tessuti sportivi. Disponibile in formato cartone da 12 flaconi da 750 ml con spedizione gratuita!

Detersivo ecologico Indumenti Baby Verdepiù

6.90117.60 iva esc.
Detersivo per il lavaggio di indumenti di bambini, a base di estratti e derivati vegetali. Disponibile in flacone singolo da 1 litro o in comodo formato cartone da 12 pezzi!

Detersivo ecologico lavatrice e bucato a mano Verdepiù

72.0096.80 iva esc.
Detersivo per il bucato di capi bianchi, neri e colorati sia in lavatrice, sia a mano. Disponibile in flaconi da 1 kg in formato cartone da 10 pezzi e in confezione da 2 kg in formato cartone da 8 pezzi. Spedizione gratuita!

Detersivo in polvere per lavatrice Azimut: detergente enzimatico

22.00 iva esc.

Detersivo professionale atomizzato enzimatico in polvere per lavatrici, adatto per utilizzi industriali. Disponibile in imballi da 8 kg.

Come lavare perfettamente i capi a mano e/o in lavatrice

Una delle principali attività quotidiane in fatto di pulizia è sicuramente lavare il bucato. A mano o in lavatrice, più o meno ogni giorno ci si ritrova sempre con qualcosa da lavare, che si tratti anche di un semplice paio di calze.

A volte, capita di optare per il lavaggio sbagliato o di commettere piccoli errori che possono danneggiare i capi. Come fare per evitarlo? Basta seguire alcune semplici regole per procedere con un lavaggio perfetto dal risultato impeccabile!

1. Leggere sempre l’etichetta

L’etichetta è fondamentale per il lavaggio di un indumento. Sono in tanti ad evitarla facendo finta che non esista, in realtà è attaccata ad ogni capo per un motivo ben specifico! Indica, infatti, se si deve procedere con un lavaggio a mano o in lavatrice, se si può stirare, se può essere soggetto a centrifuga, la temperatura massima di lavaggio e tante altre informazioni utili a non deteriorarlo.

2. Dividere i capi per tipologia e/o colore

Dopo aver letto attentamente l’etichetta, è possibile dividere i capi da lavare per tipologia. Una suddivisione efficiente potrebbe essere:

  • biancheria intima;
  • asciugamani;
  • abiti bianchi;
  • vestiti dai colori neutri/chiari;
  • colorati;
  • scuri;
    delicati;
  • tovaglie e strofinacci.

Ogni tipologia deve essere lavata ad una certa temperatura sia per venir fuori dalla lavatrice completamente puliti, sia per non essere danneggiati da un lavaggio troppo forte. In alcuni casi, è meglio evitare la centrifuga per non far infeltrire alcuni capi.

3. Fondamentale: il pretrattamento

Se si ha a che fare con dello sporco ostinato, è sicuramente importante iniziare con un buon pretrattamento. Questo può essere effettuato strofinando con un prodotto specifico o con del sapone di Marsiglia, sciacquando con acqua fredda o calda a seconda del tessuto. Il pretrattamento aiuta non solo a rimuovere anche le macchie più difficili, ma a proseguire poi con un lavaggio in lavatrice meno intensivo, in modo da ridurre gli sprechi.

4. Utilizzare al meglio la lavatrice

Per procedere con un lavaggio in lavatrice ottimale, innanzitutto bisogna versare detersivo e ammorbidente nelle apposite vaschette. Successivamente, si può optare per la funzione “easy iron” che evita la formazione delle pieghe facilitando la stiratura. Si consiglia, inoltre, di tirare fuori i vestiti dalla lavatrice il prima possibile, in modo che si asciughino all’aria senza formare cattivi odori. Infine, per aggirare la formazione di calcare, si può aggiungere un cucchiaino di bicarbonato.

La buona funzionalità di una lavatrice dipende anche dalla sua manutenzione. Tenere pulito il cestello, ad esempio, è un buon metodo per tenere lontani i batteri. Eseguire, quindi, regolarmente dei cicli a vuoto e pulire spesso la guarnizione di gomma agevolano il lavaggio e permettono di ottenere capi puliti e profumati.

5. Il lavaggio a mano

Se si ha a che fare con un capo delicato, come in lana o in seta, o che tende a stingere è sicuramente meglio lavarlo a mano. Per farlo, basta immergerlo in una bacinella d’acqua leggermente tiepida insieme a mezzo misurino di detersivo e lasciare agire per mezz’ora. Dopodichè, sarà sufficiente risciacquare più volte e strizzare per bene in modo da facilitare l’asciugatura senza centrifuga.

6. Stendere bene i capi

Si tratta di una fase importante se si vogliono evitare pieghe antiestetiche! Per questo, è consigliato stendere in capi in questo modo:

  • le camicie sulle grucce;
  • le magliette e le lenzuola ben tese, in modo da non sgualcirle;
  • i capi colorati all’ombra;
  • i delicati orizzontalmente.

Le mollette, poi, dovrebbero essere posizionate sulle cuciture per non lasciare grosse tracce.

Rimedi ad errori comuni

Chiunque ha avuto a che fare con un errore di lavaggio. In primis, la colorazione involontaria: capi scoloriti e bianchi che diventano colorati rientrano tra gli errori più comuni in assoluto. Rimediare è semplice: l’uso del bicarbonato ed un attento lavaggio a mano sono sicuramente le tecniche di recupero migliori. Il bicarbonato, tra l’altro, è un’ottima soluzione anche per i maglioni infeltriti, generalmente dati per spacciati: è sufficiente lasciare il capo in ammollo per un paio d’ore in acqua fredda e bicarbonato, che ammorbidiranno i tessuti.

Come rimuovere le principali macchie di sporco dai tessuti

Prima di iniziare qualunque lavaggio, è sempre bene controllare singolarmente i capi per valutare l’eventuale presenza di macchie più o meno difficili. Questo perchè non sempre un semplice lavaggio in lavatrice è in grado di rimuoverle, soprattutto se è già passato qualche giorno. Ogni macchia, poi, deve essere trattata in modo specifico, a volte con prodotti adatti e spesso serve un lavaggio a mano approfondito per far sì che si rimuovano del tutto.

1. Rimuovere le macchie di caffè dai tessuti

Se si tratta di una macchia ancora fresca, bisogna intanto asciugare il liquido in eccesso con un panno o un fazzoletto, ruotandoli in senso orario e verso una zona pulita del tessuto, in modo da assorbire la macchia il più possibile. Evitare di strofinare, perchè peggiora solo le cose.

Se la macchia è su un capo di cotone, si può applicare del sale misto a succo di limone, lasciando agire circa un’ora prima del lavaggio in lavatrice. Sulla seta e sulla lana, invece, bisogna agire con un composto di acqua e alcool.

Altre volte, è sufficiente passare una piccola dose di detersivo liquido con una spazzola sulla macchia prima di procedere con il normale lavaggio. Questo perchè, generalmente, i detersivi per indumenti sono già in grado di rimuovere le macchie senza l’ausilio di particolari sostanze.

2. Rimuovere le macchie di olio dai tessuti

Di fronte alle macchie di olio o di burro il rimedio infallibile sta nell’uso del borotalco: se la macchia è fresca bisogna prima tamponarla con della carta assorbente, per poi essere abbondantemente cosparsa di talco ed essere lasciata riposare per 8/10 ore. Infine, basta spazzolare via il borotalco ed il gioco è fatto!

Da notare bene: non bisogna mai strofinare una macchia oleosa, perchè il liquido tende a scendere più in profondità attraverso le fibre del tessuto, diventando praticamente impossibile da rimuovere.

3. Rimuovere le macchie di cioccolato dai tessuti

Il cioccolato è sicuramente uno degli alimenti in grado di sporcare maggiormente un indumento. Per rimuoverlo, serve un cubetto di ghiaccio da strofinare con movimenti circolari. La macchia sparirà velocemente!

4. Rimuovere le macchie di rossetto dai tessuti

Il rossetto è facilmente eliminabile grazie alla lacca per capelli: basta spruzzarne un po’ sulla macchia, lasciare riposare qualche minuto e tamponarla con un panno in cotone. Si può procedere, poi, con il lavaggio a mano o in lavatrice consigliato dall’etichetta.

5. Come rimuovere le macchie di smalto dai tessuti

L’unico modo per rimuovere lo smalto è utilizzando l’acetone, anche sui tessuti. Bisogna posizionare un panno sotto la macchia e lasciar cadere dell’acetone sopra. Prima di procedere, è sempre meglio fare una prova su una piccola parte di tessuto per valutarne eventuali conseguenze.

6. Come rimuovere le macchie di maionese dai tessuti

Le macchie di maionese rientrano tra quelle oleose, quindi basta optare per del detersivo liquido da lavatrice come pretrattamento, strofinando leggermente e lasciando agire prima di passare al lavaggio normale.

7. Come rimuovere le macchie di ketchup dai tessuti

Così come per le macchie di maionese, anche quelle di ketchup vanno via con del detersivo liquido. Il consiglio è sempre quello di non strofinare il tessuto, perchè la sostanza tende a penetrare nella fibra del tessuto diventando difficile da rimuovere.

8. Come rimuovere le macchie di inchiostro dai tessuti

Trattandosi di macchie particolarmente difficili da rimuovere, è bene intervenire tempestivamente con succo di limone e sale. Quando il sale sarà completamente assorbito, bisognerà risciacquare fino a quando la macchia non sarà scomparsa del tutto.

9. Come rimuovere le macchie di sangue dai tessuti

Prima di procedere con il lavaggio normale, la macchia di sangue ha bisogno di essere pretrattata. Basta lasciare il capo immerso in acqua fredda per circa mezz’ora, alla fine della quale la macchia dovrebbe essere quasi scomparsa. Se si tratta di una macchia già secca, si può trattare con del sale mescolato a dell’acqua, in modo che penetri facilmente attraverso le fibre, per poi risciacquare e lavare in lavatrice.

10. Rimuovere le macchie di vino rosso dai tessuti

Il primo rimedio velocissimo è lavare il capo in acqua fredda: bisogna tamponare la macchia per asciugarla e poi passarla, appunto, sotto un getto di acqua fredda. Vale anche l’acqua gassata, strofinando delicatamente per evitare che il liquido in eccesso penetri in profondità.

L’utilizzo del sale può essere un’alternativa: versandone in abbondanza sopra, assorbirà la macchia prima di lavare in lavatrice.

Se si ha a che fare con capi delicati, magari in seta o cachemire, è meglio utilizzare uno shampoo a secco: è sufficiente spruzzarne un po’ sulla macchia, giusto per coprirla, aspettare che la assorba del tutto e spazzolare via l’eccesso.

In caso di macchie di vino già secche il discorso si complica: si deve riempire una vaschetta con dell’acqua fredda e aggiungere un cucchiaio di detersivo in polvere o di detersivo per piatti. Si può spazzolare la macchia per pulire più a fondo. Infine, risciacquare sempre in acqua fredda e proseguire con il lavaggio in lavatrice.

11. Rimuovere le macchie d’erba dai tessuti

L’erba può essere rimossa tramite dentifricio sbiancante al mentolo, che è adatto per tutti i tessuti chiari, dalle magliette ai jeans: bisogna strofinarlo sulla macchia, lasciarlo agire per circa un’ora e poi risciacquare con acqua calda.

In caso di macchie già secche o su tessuti scuri, vanno bene l’alcool o il succo di limone.

12. Rimuovere le gomme da masticare dai tessuti

Sembra difficile, ma in realtà non lo è: bastano un sacchetto di plastica ed un congelatore! Inserire l’indumento nel sacchetto e lasciarlo riposare in congelatore per una notte. Il giorno dopo, la gomma da masticare si sarà staccata da sola, bisognerà solo grattarla via. Eventuali residui possono essere rimossi con dell’alcool o della benzina per smacchiare, tamponandoli sull’indumento attraverso un panno.

Come eliminare i cattivi odori dai vestiti

I cattivi odori non sono prerogativa dei soli capi sporchi. Può capitare, a volte, di sentirli anche sul bucato appena fatto: questo avviene perchè magari le macchie lasciano un odore sgradevole anche dopo essere state eliminate, o perchè avevano bisogno di essere pretrattate in maniera specifica prima del lavaggio.

Esistono, quindi, dei metodi per far sì che questo non accada e che i cattivi odori rimangano solo un lontano ricordo!

1. Eliminare l’odore di sudore dai vestiti

L’odore di sudore è sicuramente quello che maggiormente regge i lavaggi in lavatrice, diventando praticamente insopportabile. Avendo origine batterica, spesso neanche il deodorante riesce a porre fine al problema, anzi, a volte lo peggiora.

Per eliminarlo del tutto, la soluzione migliore è l’utilizzo dell’aceto: bisogna riempire una vaschetta con dell’acqua calda, aggiungere un bicchiere di aceto bianco e immergere il capo, lasciandolo in ammollo per circa un’ora, ovvero il tempo necessario per uccidere tutti i batteri. Dopodiché, si potrà procedere con il lavaggio in lavatrice e con l’uso di detersivo e ammorbidente, come di consueto.

Se questo vale per i capi scuri, per quelli chiari è meglio utilizzare l’acido citrico, che possiede comunque un effetto antibatterico. Basta mischiare 1 litro di acqua calda con dell’acido citrico e versare in una vaschetta insieme al capo da trattare. Alla fine, lavando in lavatrice, l’acido citrico schiarirà anche eventuali aloni giallastri che il deodorante può lasciare nella zona ascellare.

2. Eliminare l’odore di fumo dai vestiti

Anche il fumo, esattamente come il sudore, rientra tra gli odori che persistono anche dopo il lavaggio in lavatrice. Per eliminarlo definitivamente, dovrebbe rimanere steso all’aria aperta per tutta la notte precedente al lavaggio, oppure all’interno del congelatore, dove il freddo distruggerà completamente i batteri.

3. Eliminare l’odore di muffa dai vestiti

Le cause dell’odore di muffa sui tessuti possono essere diverse: i vestiti non si sono asciugati del tutto e sono rimasti umidi all’interno dell’armadio, oppure l’odore sgradevole deriva proprio dalla lavatrice stessa. Per evitare tutto questo, innanzitutto bisogna essere certi che gli indumenti siano totalmente asciutti prima di riporli dentro armadi o cassetti e lavare periodicamente il cestello della lavatrice.

Se l’odore persiste, allora il problema è nelle fibre del tessuto: è bene optare, allora, per prodotti specifici per igienizzare e disinfettare il bucato, in modo da eliminare tutti i batteri presenti in maniera definitiva.

Macchie e cattivi odori: si ai rimedi casalinghi (quando possibile)

Appare evidente come una semplice macchia non sia sinonimo di morte per un indumento, anzi. I rimedi casalinghi sono numerosi e i detergenti professionali in commercio pure. L’importante è fare attenzione ad utilizzare il prodotto giusto per la macchia giusta e procedere in modo adeguato, in modo da non causare più danno che altro.

In casi totalmente estremi, nessun problema: le tintorie e le lavanderie esistono proprio per questo! Se una macchia si mostra troppo difficile da rimuovere o i cattivi odori non vogliono proprio saperne di andare via, basta rivolgersi ad un professionista per risolvere il problema una volta per tutte e mantenere i propri capi integri, puliti e profumati!