Insetticidi: caratteristiche e differenze per scegliere il prodotto giusto

Gli insetticidi sono prodotti realizzati appositamente per eliminare gli insetti. Le numerose varietà in commercio consentono di trovare sempre il prodotto giusto, a seconda delle proprie esigenze. E’ possibile acquistare prodotti per disinfestare alcune zone della casa, così come insetticidi per il giardino, l’orto o altri spazi esterni.

Data la varietà di insetti esistenti, sul mercato sono presenti prodotti molto diversi fra loro per caratteristiche ed uso, per questo a volte può non essere così facile e immediato scegliere l’insetticida che faccia al proprio caso.
Questo articolo ha il fine di descrivere le diverse tipologie di insetticidi per aiutarvi ad acquistare il prodotto che state cercando.

Possiamo dunque dividere gli insetticidi in due macroaree di caratteristiche che a loro volta si articolano in una moltitudine di categorie, determinate dall’effetto che ogni prodotto ha sugli insetti da eliminare e dal modo di impiego.

Tipologie ed effetti degli insetticidi

Gli insetticidi si differenziano innanzitutto per gli effetti che possono causare sugli insetti. Distinguiamo principalmente cinque tipologie:

  • insetticidi abbattenti: questi prodotti intossicano velocemente gli insetti, eliminandoli rapidamente. Sono consigliati per i trattamenti su larga scala, come le disinfestazioni professionali.
  • insetticidi residuali: la stessa aggettivazione suggerisce qualcosa su questa tipologia di insetticida. A differenza degli altri, questi prodotti vantano un’efficacia che dura nel tempo dopo l’applicazione, evitando trattamenti continui. E’ necessario considerare che la residualità è soggetta alle condizioni atmosferiche (pioggia e luce solare che ne inficiano l’efficacia).
  • insetticidi repellenti: pensati per irritare e cacciare via gli insetti dalle zone trattate. Si tratta di prodotti versatili e ideali per liberare dagli insetti le aree circoscritte: basti pensare agli spray che allontanano le zanzare, ad esempio.
  • insetticidi snidanti: hanno un effetto particolare sul sistema nervoso dell’insetto che lo costringe a scappare dal suo nascondiglio. E’ una tipologia di insetticida particolarmente indicata contro gli insetti (principalmente quelli striscianti) che si annidano in piccoli spazi come crepe e buchi nei muri.
  • insetticidi no-biting: rendono innocuo l’insetto stordendolo, affinché non sia più in grado di volare e pungere; l’esempio delle zanzare calza nuovamente a pennello.

Come usare gli insetticidi

Gli insetticidi si possono anche suddividere in base al loro modo di impiego che è da valutarsi a seconda dell’uso che se ne intende fare (domestico o professionale) e alla quantità che occorre. Ancora una volta, le categorie principali sono cinque:

insetticidi concentrati: sono prodotti da diluire destinati a combattere le infestazioni di insetti volanti (es. zanzare e mosche) o striscianti (es. formiche e scarafaggi). Essendo concentrati, si rivelano ideali per la disinfestazione di aree vaste e richiedono un dosaggio generalmente basso.

insetticidi antilarvali: disponibili in compresse, granulari o liquidi. L’aggettivazione anticipa il bersaglio di tali prodotti, particolarmente adatti per lo sterminio di insetti in fase larvale (perfetti per le zanzare).

insetticidi in gel: è una delle tipologie più diffuse. Questi prodotti sono indicati per la lotta alle blatte, formiche e scarafaggi. La loro comodità è dettata dal fatto che sono pronti all’uso immediato e necessitano di un dosaggio molto basso (basta una goccia per metro quadro).

insetticidi granulari o in polvere: sono utilizzati per i casi di disinfestazione di insetti striscianti, in particolar modo di formiche. In termini di sicurezza sono fra i più diffusi, contenendo sostanze repellenti per l’uomo e gli animali che riducono le possibilità di ingestione accidentale.

insetticidi spray: sono in assoluto i più comodi da applicare in quanto già pronti all’uso e dalle confezioni pratiche (flaconi dotati di nebulizzatori). Indicati soprattutto per la lotta a insetti alati e striscianti, alcuni addirittura erogano in modo automatico una quantità prestabilita di prodotto in modo da evitare qualsiasi spreco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *