Come organizzare le pulizie di casa

Quando si tratta di igiene, non è possibile aspettare: lo sporco si accumula assieme al da farsi, per cui è indispensabile dividere i compiti giorno per giorno per apprendere davvero come organizzare le pulizie di casa.

 

L’ordine è alla base di tutto: una casa pulita e sistemata non solo incrementa il proprio comfort all’interno di essa, ma costituisce un aiuto fondamentale per vivere bene con se stessi.

 

Ogni cosa deve avere il proprio posto e i compiti da sbrigare possono essere impartiti in modo tale da disporre di un vero e proprio piano di lavoro. Il risultato sarà tempo risparmiato, maggiore armonia, meno stress e una casa pulita.

 

Abbiamo riassunto in 5 punti i passi più importanti per organizzare al meglio le pulizie di casa: buona lettura!

Pulizia Casa

1) Dividere i compiti

Se volete evitare le soliti liti dovute alle pulizie di casa, cominciate dal dividere le mansioni, così non dovrete sostenere tutto il peso da soli. Vi stancherete meno e a giovarne, infatti, non sarà solo la vostra abitazione, ma anche tutti i membri della famiglia.

 

Semplificare è il segreto per fare un buon lavoro e avere dei compiti significa avere anche un ruolo: tale gestione crea la prima forma di ordine all’interno della casa e della vostra mente. Rendete piacevoli le attività di pulizia allora, magari scegliendo un sottofondo gradevole che possa stimolarvi.
Una volta ultimato il lavoro, guardandovi attorno proverete un senso di gratificazione che saprà motivarvi anche in futuro.

 

Sulla base di questa fantastica sensazione, potrete e dovrete spiegare ai più piccoli che un compito è una responsabilità. Condividere in famiglia significa dividere anche il lavoro che qualsiasi casa richieda e questo concetto deve essere insegnato ai propri figli per la loro educazione.

 

Spartire i compiti aiuterà i bambini ad imparare la gestione e l’ordine delle cose, uno schema mentale che servirà in futuro per moltissime altre azioni. Il senso di responsabilità si svilupperà man mano che il lavoro condiviso si farà più complesso: in un primo tempo si rifà il letto, poi si butta la spazzatura, c’è chi fa i piatti e chi spolvera, mentre altri ancora cominciano dalla propria camera, uno dei molteplici ambienti della casa che non può essere trascurato.

2) Piano settimanale: organizzare il lavoro secondo uno schema preciso

La parola non basta quando si prende un impegno. Scrivete tutte le mansioni su una lavagna posta in cucina o anche su un semplice foglio di carta appeso sul frigo. Dividete i compiti in base ai giorni e a chi dovrà occuparsene.
In questo modo, basterà una rapida occhiata per ricordare lo schema e col passare del tempo, imparerete tutti a memoria quali siano gli impegni di ciascuno.

 

Il piano settimanale può essere modificato a seconda delle proprie esigenze e deve includere tutte le pulizie di casa, dalla cucina al bagno, passando per i pavimenti e considerando anche le attività di spolvero.

3) Meglio prima che dopo: stabilire in anticipo

Alcuni staranno pensando ai rimproveri delle mamme leggendo il titolo di questo paragrafo: in fondo avevano perfettamente ragione. L’ordine va applicato anche agli acquisti per la casa e a ciò che farete con i prodotti appena comprati. Pensare il giorno prima a cosa cucinare per pranzo o cena non vi darà solamente la consapevolezza degli impegni successivi, ma vi fornirà anche il tempo di ragionare su come sbrigare il compito che avete già stabilito in anticipo.

 

Questo discorso aiuta anche a realizzare un buon piano di lavoro settimanale: decidete un giorno per effettuare, ad esempio, il cambio asciugamani e lenzuola. Organizzazione è la parola d’ordine!

4) Azioni quotidiane

Inutile dire che alcune pulizie di casa devono essere sbrigate giornalmente. La pila di piatti non è il massimo come buongiorno mattutino: la sera, nonostante la stanchezza, è meglio togliersi il pensiero per risvegliarsi con più serenità. Annotate quelle che costituiscono le azioni quotidiane e pensate a come suddividerle durante la giornata per evitare di stressarvi inutilmente.

 

Spostare i mobili, ad esempio, non rientra fra le pulizie di tutti i giorni; se siete in tanti, invece, può essere d’aiuto dedicare una decina di minuti ai vestiti da stirare. Facendolo ogni giorno, non vi ritroverete una montagna di abiti che vi aspetta per un’ora intera; in più, eviterete il classico stress da “volevo indossare questa maglietta ma è tutta stropicciata”.

5) Prodotti per la pulizia indispensabili

Un po’ tutti conosciamo i più tradizionali prodotti per la pulizia, i cosiddetti “must”: gli indispensabili, insomma.
Questi acquisti devono essere effettuati prediligendo la qualità al prezzo.
Non cercate di risparmiare
o ne pagherete proprio voi le conseguenze, in quanto dei prodotti poco pratici o scarsi si usureranno più rapidamente e non faciliteranno il vostro lavoro.
Per rendere piacevoli le operazioni di pulizia, è di fondamentale importanza utilizzare dei buoni detergenti e dei prodotti che agevolino il da farsi.

Come organizzare le pulizie di casaCosa non deve assolutamente mancare?

  • Guanti: comodissimi per rimuovere lo sporco e per operare a contatto con i detergenti. Lattice, nitrile, polietilene: in commercio ne esistono tantissime varietà, per cui non sarà difficile trovarne un paio con cui possiate trovarvi a vostro agio.
  • Spugne e panni: compagni di pulizia da sempre, entrambi vi aiuteranno a igienizzare qualsiasi ambiente. E’ bene disporre di tutto l’occorrente, da spugne da cucine a retine in acciaio inox, compresi i panni (microfibra, cellulosa, multiuso ecc).
  • Secchi e manici: attrezzatevi di strumenti che possano aiutarvi ad effettuare il lavoro bene e rapidamente. Un secchio con un pessimo strizzatore vi rallenterà e lo stesso vale per un manico che si sgancia di continuo. Non è meglio optare per un prodotto professionale che si acquista una volta e dura più a lungo?
  • Scope, mop e stracci: concludiamo la lista con alcuni dei prodotti per la pulizia che rientrano indubbiamente fra quelli principali. Ovviamente non c’è scopa senza paletta e in casa non devono mancare strofinacci, uno spazzolone e un mocio professionale.

 

Grazie ai diversi link presenti nella lista soprastante, potrete raggiungere le relative sezioni del nostro eshop, qualora foste interessati ad acquistare online prodotti per la pulizia. Tonkita, Arix, Vileda: le marche parlano già da sè, ma lasciateci mostrarvi i prezzi prima di pensare che siano reperibili anche presso i supermercati.

 

Se alcuni articoli potranno sembrarvi costosi, come nel caso dei carrelli e dei secchi multiuso della TTS Cleaning, sappiate che non è così: la nostra gamma include anche dei prodotti professionali utilizzati in ambiti aziendali, commerciali e industriali, ma non temete: siamo attrezzati anche per le esigenze dei privati.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *