Soprattutto durante le serate estive, quando si sta con porte e finestre aperte e luci accese, arrivano loro a farci compagnia: le falene, piccole farfalline notturne assolutamente innocue che, attirate dalla luce, si introducono dentro casa per cercare riparo.
Si tratta di insetti che non danneggiano la salute umana, a meno che non si tratti delle larve: queste, infatti, possono pungere e creare delle forti irritazioni. Possono introdursi sia in casa, sia in ufficio, diventando un problema più che altro fastidioso. Ma eliminarle è possibile, soprattutto acquistando i prodotti giusti.
Ed ecco che entra in gioco la professionalità di Igiene al tuo Servizio: con le sue lampade cattura insetti e i numerosi insetticidi per insetti volanti offre un supporto valido alla lotta contro le falene, e non solo.
Una volta scelti i prodotti giusti sullo shop. basta riempire il carrello e attendere la consegna direttamente a casa. A questo punto, il gioco è fatto e le falene si terranno a debita distanza!

Visualizzazione di tutti i 3 risultati

Filtri

Insetticida in sospensione concentrata Fendona 15 SC e 60 SC

94.801,443.20 iva esc.
Insetticida in sospensione concentrata a base di Alfacipermetrina per l'eliminazione di insetti volanti e striscianti. Bassa tossicità, persistenza per oltre 12 settimane. Disponibile in diversi formati:
  • cartone da 10 pezzi da 1 litro ciascuno con spedizione gratuita;
  • cartone da 30 pezzi da 1 litro ciascuno con spedizione gratuita;
  • flacone singolo da 500 ml;
  • cartone da 16 pezzi da 500 ml ciascuno con spedizione gratuita.
Spedizione GratisTrappola UV piastra collante a soffitto Chameleon 2X2 PestWest inox
Acciaio Inox Satinato
Bianco
Chiudi

Lampada per insetti volanti Chameleon 2X2

510.00670.00 iva esc.
Lampada per insetti ideale per aziende della filiera alimentare. Disponibile in bianco o inox satinato. Spedizione gratuita!

Trappole per Tarme con cartoncino collante Pest Stop

3.503.90 iva esc.
Cartoncino impregnato di feromoni per cattura falene adulte. Disponibile sia la trappola che la ricarica (tre pezzi).

Disinfestazione falene: come porre rimedio alla loro presenza

Le falene sono conosciute come farfalle notturne e appartengono alla famiglia dei lepidotteri. Si differenziano dalle farfalle comuni per la dimensione, il corpo più tozzo e le tinte scure piuttosto che sgargianti. Questo perchè, agendo prevalentemente la notte, possono mimetizzarsi più facilmente.

Come già accennato, le falene sono innocue per l’uomo, dato che non pungono i mammiferi, né iniettano sostanze velenose o irritanti. L’unica specie che si nutre di sangue è la falena vampiro ma, in ogni caso, l’uomo non rientra tra le sue vittime. Più pericolose, invece, le attività di bruchi e larve, come la processionaria, che può creare irritazioni fastidiose alla pelle.

Più che altro, possono arrecare danni alle derrate alimentari, considerando che si nutrono volentieri di cereali, farine e derivati e, una volta entrate a contatto con il cibo, lo contamineranno per intero, coinvolgendo anche l’ambiente circostante.

Detto questo, è sempre meglio controllare gli ambienti casalinghi o lavorativi per assicurarsi dell’assenza di uova o di larve (appunto, pericolose). Utilizzare prodotti specifici, a volte, è il rimedio più ottimale e rivolgersi ad esperti come Igiene al tuo Servizio è di supporto nella lotta contro gli insetti. Il loro intervento, infatti, permette la risoluzione del problema in breve tempo e la possibilità di agire anche in luoghi pubblici, dove il flusso di persone e animali è decisamente più alto.

Falene in casa: rimedi per eliminarle

Tra gli esemplari adulti e le larve queste ultime sono decisamente le più pericolose e, quindi, le prime che devono essere eliminate. Tendono a svilupparsi nel guardaroba e nella dispense, poichè al loro interno riescono a trovare numerose fonti di cibo, dagli alimenti ai tessuti.

Per fortuna, esistono diversi rimedi per eliminarle ed evitare che causino danni peggiori:

Svuotare gli armadi

Per pulire a fondo è necessario che gli armadi siano vuoti, per poi procedere con l’aspirapolvere munito di bocchetta per riuscire a pulire anche gli angoli meno raggiungibili. Alla fine, il sacchetto deve essere sigillato e gettato lontano da casa.

Disinfettare pareti e ripiani

Per igienizzare a fondo servono saponi e detergenti adeguati da diluire in acqua bollente e strofinare su pareti e superfici attraverso in panno.

Igienizzare gli indumenti

Le larve non sopravvivono al calore, quindi il miglior modo per ucciderle è lavare indumenti e tessuti in lavatrice ad una temperatura molto alta. Vale anche un lavaggio a secco.

Usare il congelatore

Gli indumenti e i tessuti che non possono essere lavati in acqua o in lavatrice possono essere igienizzati lasciandoli almeno 48 ore in freezer. Il freddo ucciderà i parassiti, che cadranno in terra non appena recuperata la biancheria riposta.

Contenitori ermetici

Se si hanno parecchi indumenti riposti negli armadi che non vengono mai indossati, è il caso di riporli all’interno di contenitori ermetici, in modo che le falene non se ne nutrano, rovinandoli.

Seguire le tracce

Per accertare la presenza di falene in casa, bisogna ispezionare i contenitori del cibo in cerca di vermi piccolissimi, molto simili a chicchi di riso e larve e bozzoli negli angoli e nelle zone buie.

Verificare la contaminazione degli alimenti

Le larve di falena si introducono in casa attraverso i cibi. Una volta dentro si diffondono molto velocemente contaminando altri alimenti presenti nei paraggi. Torna utile, quindi, passare al setaccio tutta la dispensa, prestando maggiore attenzione agli alimenti preferiti delle larve come cereali, farina, semi, frutta secca, caramelle e latte in polvere. Nel dubbio, meglio buttare via i cibi piuttosto che utilizzarli comunque.

Pulire tutti gli oggetti in dispensa

Nel mettere ordine all’interno della dispensa è sempre meglio igienizzare anche ciotole, utensili e altri oggetti presenti al suo interno che potrebbero essere stati contaminati dalle uova delle falene. In alternativa, si possono sempre lasciare in congelatore una notte o nel forno a microonde per qualche minuto.

Carta o strisce antitarme

Sono il rimedio migliore per catturare le falene facilmente. Dopo averle acquistate, si possono incollare all’interno di guardaroba, cassetti e dispense e attendere che uccidano gli insetti incollandoli senza via di scampo.

Palline di cedro

Si comportano come dei pesticidi, ma sono del tutto naturali. Contengono un olio che riesce ad uccidere le larve di falena, ma purtroppo non sono ugualmente efficaci sugli esemplari adulti. In alternativa, esistono in commercio anche le grucce in legno di cedro che, oltre a proteggere gli indumenti dalle falene, sprigioneranno un piacevolissimo odore all’interno del guardaroba.

Naftalina

Un valido rimedio nel momento in cui gli abiti vengono conservati all’interno di contenitori ermetici. Non agisce immediatamente ma, al chiuso e con il tempo, le sue sostanze chimiche produrranno esalazioni in grado di uccidere le falene in qualunque fase del loro ciclo vitale. Essendo tossica, è bene maneggiarla muniti di guanti.

Foglie di alloro

Ottime repellenti naturali, da posizionare sugli scaffali o attaccate alle pareti o, ancora, direttamente all’interno delle confezioni degli alimenti.

Sacchetti alle erbe

Le falene odiano l’odore di alcune piante come la lavanda, la menta, i chiodi di garofano, il timo e il rosmarino. Sfruttando questo punto debole, si possono creare dei sacchetti contenenti queste erbe essiccate da posizionare all’interno di armadi e cassetti, in modo che il loro odore tenga a distanza gli insetti.

Per saperne di più…

Le falene, come detto, sono insetti che appartengono all’ordine dei lepidotteri, come le farfalle.

I lepidotteri, in generale, vengono suddivisi in due grandi gruppi: quello delle farfalle diurne, super colorate e quello delle farfalle notturne o falene, dai colori molto più scuri. Alcune di queste, però, i realtà sono molto colorate e se ne vanno in giro anche di giorno. Come fare, quindi, a distinguerle?

Esistono particolari anatomici e posturali che, sebbene siano quasi impercettibili, possono essere rilevati ed utilizzati per trovare le differenze tra farfalle e falene:

  • le antenne: le farfalle possiedono delle antenne che si ingrossano alla fine a forma di clava, mentre le falene hanno antenne con forme diverse, in genere pennate o bipennate;
  • la posizione delle ali a riposo: la farfalla ripiega le sue ali a libro sopra il torace, invece la falena le ripiega a tetto assumendo una caratteristica forma a triangolo;
  • le ali: nelle farfalle le due ali poste sullo stesso lato del corpo sono perfettamente collegate grazie alle nervature presenti alle radici delle ali posteriori. Nelle falene, invece, sono tenute insieme da una setola rigida chiamata frenulum, assente nelle farfalle. Si tratta, però, di un particolare che solo un occhio esperto riesce a scorgere.

Nonostante ci siano queste piccole differenze, non sono validi in senso assoluto. Alcune farfalle, ad esempio, tengono le ali esattamente come le farfalle o, al contrario, alcune falene che richiudono le ali come le farfalle. L’unico carattere che persiste è, quindi, la forma delle antenne ed è su questa differenza che si basa la distinzione tra Rhopalocera (farfalle) e Heterocera (falene), non scientificamente accettata.