Come catturare topi e ratti: derattizzazione fai da te

Come catturare topi e ratti: derattizzazione fai da teAbbiamo deciso di dedicare un intervento alla derattizzazione fai da te: molte persone preferiscono occuparsi da sé degli infestanti, non ritenendo opportuno rivolgersi a un professionista quando si tratta, ad esempio, di un solo topo dentro casa. In tal caso, è possibile difendersi utilizzando i mezzi più classici, persino sfoderando la scopa se necessario.

 

Se la vostra casa è sempre perfettamente pulita, non fatevene una colpa: topi e ratti sono ormai diventati capaci di adattarsi agli ambienti urbani che extraurbani. Trovano riparo all’interno delle abitazioni, privilegiando solai, soffitte, cantine, garage, sottotetto e qualunque altro spazio che sia caldo ed umido. In questi ambienti vivono e si riproducono molto velocemente, nutrendosi dei residui di cibo che trovano in giro, negli angoli della casa più nascosti o vicino ad alcune aree particolarmente a rischio come i bidoni della spazzatura o le cucce e le ciotole di animali domestici.

 

Purtroppo questi piccoli animali non recano solo fastidio e sporcizia, ma sono anche portatori di malattie molto pericolose per l’essere umano, specialmente per i bambini. Questi agenti patogeni si trasmettono entrando a contatto con escrementi ed urina che topi e roditori depositano in giro producendo migliaia di palline di feci infette. Anche i parassiti presenti sul loro corpo, come pulci e zecche, possono diffondere virus potenti, persino molto pericolosi per l’uomo e per cani e gatti, se presenti.
Come se non bastasse, topi e ratti mordicchiano fili elettrici, scatole di cartone, pacchi in plastica e sono in grado di rovinare intere derrate alimentari presenti in una dispensa.

 

Quando si comincia a sospettare della loro presenza negli ambienti domestici, è consigliato correre ai ripari il prima possibile prendendo precauzioni ed intervenendo con sistemi sicuri e testati per un’efficace derattizzazione.
Grazie all’esistenza di prodotti specifici per la disinfestazione fai da te, non è più necessario ricorrere all’intervento di ditte specializzate (se il problema è realmente minimo, è chiaro). La scelta e l’utilizzo di determinate sostanze o strumenti dipenderà dal grado di infestazione e dalle condizioni ambientali.
Andiamo a vedere in pochi semplici passaggi come catturare topi e ratti con una derattizzazione fai da te. Continua a leggere “Come catturare topi e ratti: derattizzazione fai da te”

Controllo roditori con esche per topi: come applicarle

Nel caso in cui foste intenzionati a derattizzare un ambiente utilizzando delle esche per topi, la prima scelta da effettuare è la tipologia di prodotto da acquistare. Questo passo richiede la conoscenza dell’infestante per essere certi di impiegare la soluzione giusta.

Esiste infatti una notevole differenza fra i roditori, dal topolino (mus musculus domesticus) al ratto dei tetti (rattus rattus) passando per il rattus norvegicus e via dicendo. Non cambiano solo le dimensioni, ma anche le abitudini e le alimentazioni, motivo per il quale è indispensabile conoscere il proprio nemico prima di tendergli una o più o trappole.
In merito all’esca per topi da acquistare, abbiamo già scritto in precedenza. In questo articolo parleremo invece dei metodi d’applicazione.

Come applicare un’esca per topi

Iniziamo con un alcune regole che valgono per tutte le esche per topi e la derattizzazione in generale. In primis, queste soluzioni sono pericolose per bambini e animali, per cui effettuate la disinfestazione tenendo le esche fuori dalla portata di entrambi.
Individuate i posti migliori analizzando l’ambiente: la presenza di feci aiuta a trovare i punti più efficaci, tenendo in considerazione nascondigli e fonti di cibo dei roditori.

 

Pareti verticali e angoli nascosti sono l’ideale, compresi tubi e mobili (es. sotto una scrivania). E’ importante che non siano presenti fonti alimentari alternative che possano distrarre i roditori dall’esca utilizzata.
Inutile dire che una volta degradate o irrancidite, le esche vanno assolutamente sostituite e reintegrate fino a quando non cessa il consumo delle stesse.
Prima di applicare le trappole per topi, non dimenticate di controllare muri e soffitto. E’ indispensabile guardare sopra e sotto ogni superficie dato che i topi si muovono in tre dimensioni.

Continua a leggere “Controllo roditori con esche per topi: come applicarle”

Come prevenire la presenza di topi e ratti in casa

Con l’arrivo della stagione autunnale topi e ratti vanno in cerca di un rifugio caldo e sicuro dove ripararsi dal freddo. Normalmente le case con giardino sono più esposte al rischio di diventare tane per roditori, ma anche chi vive in un appartamento non può stare tranquillo. Basti pensare, infatti, che i topi sono capaci di salire per i tubi, saltano fino a 1 metro di altezza e riescono persino a passare attraverso fessure molto piccole, specialmente quando sentono l’odore del cibo, dal quale sono particolarmente attratti.

 

Questi fastidiosi animali sono onnivori e si cibano soprattutto di zuccheri, cereali e frutta. E’ indispensabile occuparsi del problema e curare l’ambiente al fine di prevenire la presenza di topi e ratti, specialmente per chi risiede in luoghi dove le infestazioni sono consuete. Continua a leggere “Come prevenire la presenza di topi e ratti in casa”

Trappole per topi: i sistemi più diffusi per catturare i topi

Chi non ricorda il gatto Tom e i suoi tentativi maldestri di catturare Jerry, il topolino marrone di uno dei cartoni animati più conosciuti al mondo? Ma se al cinema liberarsi dei topi è un escamotage per strappare un facile sorriso, nella vita reale c’è poco da scherzare.

 

Catturare i topi e liberarsene è una mansione scomoda, a tratti disgustosa però purtroppo necessaria, soprattutto per chi risiede negli stabili antichi oppure in campagna. I ratti amano i luoghi bui, umidi e sporchi come cantine, sottotetti, garage e locali spazzatura, infatti sono noti portatori di malattie zoonotiche come leptospirosi e salmonellosi, ma di questo abbiamo già parlato in un intervento precedente.
Vediamo un po’ quali sono le trappole per topi più utilizzate per ovviare al problema delle infestazioni.

Continua a leggere “Trappole per topi: i sistemi più diffusi per catturare i topi”

Ratticidi e trappole per topi non rischiosi per gli animali domestici

I ratticidi sono solitamente costituti da sostanze altamente tossiche che, se ingerite erroneamente, possono seriamente mettere a repentaglio la salute degli animali domestici e perfino quella dell’uomo.

 

Nonostante l’impiego di principi attivi differenti (diphacinone, bromadiolone, warfarin, brodificoum), il meccanismo attraverso cui agiscono i ratticidi è comune a tutti i tipi di prodotti, ma gli strumenti attualmente disponibili sul mercato consentono di scegliere delle trappole per topi non rischiose per gli animali domestici per una derattizzazione sicura.
Prima di parlarne, però, cerchiamo di capire come funzionano topicidi e ratticidi. Continua a leggere “Ratticidi e trappole per topi non rischiosi per gli animali domestici”