Come togliere le macchie di inchiostro

Come rimuovere le macchie d'inchiostroL’inchiostro è un amico indispensabile per chi necessita di utilizzare penne e colori, ma le sue macchie possono danneggiare irrimediabilmente un tessuto sporcandolo per sempre.

 

Talvolta capita per sbaglio, così come dietro certi segni sui mobili c’è lo zampino di un bambino, ma in entrambi i casi è indispensabile agire al più presto per rimuovere più facilmente la macchia che ha compromesso un divano, una sedia, un capo d’abbigliamento, una borsa e così via.

 

Abbiamo riassunto alcuni dei metodi casalinghi che si trovano sul web; la nostra idea resta comunque quella di utilizzare un prodotto affidabile, in grado di garantire risultati concreti, per questo troverete qualche suggerimento in merito ai detergenti professionali più efficaci grazie alla quale le macchie d’inchiostro non costituiranno più un problema.

Smacchiare tessuti sporchi di inchiostro con metodi casalinghi

Le macchie fresche, chiaramente, sono le più facili da rimuovere e a dispetto di quello che in molti pensano sia giusto fare, non vanno trattate con acqua né bisogna strofinarle. E’ molto meglio tentare di assorbire l’inchiostro con un fazzoletto, piuttosto che agire in maniera sbagliata rischiando di allargare la macchia.
L’alcol è uno dei rimedi più comuni per trattare un tessuto macchiato d’inchiostro; nel caso dei capi non sintetici, l’alcool denaturato potrà essere mischiato con dell’ammoniaca, la quale comporta il successivo impiego di aceto per neutralizzarla.

 

Fra le soluzioni più strane e certamente più casalinghe che si potreste leggere sul web, si trovano risorse di ogni genere, dalla glicerina tiepida (dopo applicazione e lavaggio, viene seguita da qualche goccia di ammoniaca) alla lacca per capelli (da spruzzare fin quando la macchia non satura; tamponare con un fazzoletto bagnato evitando di strofinare).

 

Latte per rimuovere l'inchiostro dai tessuti

 

Ma al primo posto fra i rimedi casalinghi più inusuali c’è il latte, adatto sia freddo che caldo. In entrambi i casi, il tessuto va immerso nel latte e poi lavato normalmente.
Per chi non teme i cattivi odori, c’è anche il caglio del latte, da tenere sotto il sole affinché marcisca. I grumi ottenuti dalla decomposizione serviranno ad assorbire l’inchiostro, ma ne vale la pena?

 

Questi metodi sono facili da applicare perché richiedo l’impiego di risorse che si trovano facilmente in casa, ma potrebbero rivelarsi una perdita in tempo (dipende dall’entità del problema). Un buon detergente, invece, offre decisamente più garanzie e può essere utilizzato anche per pulizie di altra natura.

Detergenti professionali per rimuovere le macchie di inchiostro

Non avete tempo da perdere e ambite a risultati efficaci? La soluzione ideale, in questo caso, si rivela una: utilizzare un detergente professionale. In questo modo avrete la certezza che quella chiazza che invade il tappeto del vostro soggiorno o il divano del salotto, scompaia una volta per tutte.

Un prodotto che vi aiuterà nella rimozione dell’inchiostro (e in generale anche per i residui di sporco ostinato) è il raschietto ergonomico Ergotec, pensato per l’impiego sui pavimenti. Consultando ciascuno degli articoli elencati, troverete tutte le informazioni per scegliere quello più adatto alle vostre esigenze. In alternativa, siamo sempre a disposizione per offrirvi il nostro consiglio!

4 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *